Casa » Scienza » Ecologia e ambiente » Cosa ha causato l'inverno nucleare?
Inverno nucleare

Cosa ha causato l'inverno nucleare?

La ricerca attuale ha sostanzialmente smentito l'idea di un inverno nucleare globale come risultato di un conflitto nucleare. Era principalmente una posizione politica basata su modelli errati e "analisi del caso peggiore impazzita" a sostegno del disarmo nucleare. Cos'è l'inverno nucleare e cosa lo ha causato?

Nuclear Winter è la distruzione ambientale che secondo alcuni esperti sarebbe stata causata da centinaia di esplosioni nucleari durante la guerra. Gli scienziati hanno compreso le conseguenze dannose delle esplosioni nucleari e delle radiazioni.

Studi sugli effetti delle esplosioni nucleari

Negli anni '1970, numerosi studi hanno suggerito che lo strato di ozono stratosferico, che protegge gli esseri viventi da gran parte della dannosa radiazione UV del Sole, può essere ridotto dai massicci volumi di ossidi di azoto creati dalle esplosioni nucleari.

Ulteriori ricerche hanno suggerito che enormi volumi di polvere espulsi nell'atmosfera dalle esplosioni nucleari potrebbero impedire alla luce solare di raggiungere la superficie terrestre, causando un raffreddamento temporaneo dell'aria.

Gli scienziati hanno iniziato a considerare il fumo prodotto da vaste foreste incendiate da palle di fuoco nucleari. Nel 1983, lo studio TTAPS dalle iniziali dei cognomi dei suoi autori, RP Turco, OB Toon, TP Ackerman, JB Pollack e Carl Sagan ha preso in considerazione il fattore cruciale di fumo e fuliggine derivanti dalla combustione di combustibili petroliferi e plastica nelle città devastate dal nucleare.

Il fumo di questi materiali assorbe la luce solare in modo molto più efficiente del fumo proveniente dalla combustione del legno. La ricerca TTAPS ha creato la frase "inverno nucleare" e le sue cupe teorie sull'impatto ambientale di una guerra nucleare sono state studiate in modo approfondito da scienziati americani e sovietici.

(Fonte: Britannica

Qual è stata la causa degli inverni nucleari?

Secondo gli esperti, la causa principale dell'inverno nucleare sarebbero le numerose enormi palle di fuoco prodotte dall'esplosione di bombe nucleari.

Queste palle di fuoco accenderebbero enormi tempeste di fuoco incontrollate su qualsiasi città e foresta nel loro raggio d'azione. Grandi pennacchi di fumo, fuliggine e polvere verrebbero sollevati da questi fuochi, sollevati dal loro riscaldamento ad altitudini elevate dove potrebbero spostarsi per settimane prima di ricadere o essere spazzati via dall'atmosfera al suolo.

Forti venti da ovest a est porterebbero diverse centinaia di milioni di tonnellate di questo fumo e fuliggine fino a formare una banda consistente di particelle intorno all'emisfero settentrionale da 30° a 60° di latitudine.

Queste spesse nuvole nere potrebbero bloccare tutto tranne una frazione della luce solare per diverse settimane. 

Di conseguenza, le temperature di superficie crolleranno per alcune settimane, forse anche di 11°-22°C.

La semioscurità, le gelate letali e le temperature sotto lo zero, insieme a grandi dosi di radiazioni da ricadute nucleari, interromperebbero la fotosintesi delle piante e, di conseguenza, distruggerebbero gran parte della flora e della vita animale della Terra.

Il freddo estremo, gli alti livelli di radiazioni e gli ingenti danni alle infrastrutture industriali, mediche e di trasporto, alle forniture alimentari e ai raccolti provocherebbero un bilancio catastrofico delle vittime a causa della carestia, dell'esposizione e delle malattie.

Di conseguenza, una guerra nucleare potrebbe ridurre la popolazione umana della Terra a una frazione di quella che era in precedenza. (Fonte: Britannica)

Lascia un tuo commento