Un sostenitore delle cinture di sicurezza, Derek Kieper, una volta scrisse che "lo zio Sam non è qui per regolare ogni aspetto della vita, indipendentemente dalle conseguenze". In seguito è morto dopo essere stato sbalzato dal suo veicolo mentre guidava senza cintura di sicurezza.

Affermazione: l'avvocato della legge sulle cinture di sicurezza è morto in un incidente automobilistico.

troppo scomodi o limitanti, perché non credono nella loro efficacia, perché hanno sentito che indossare le cinture di sicurezza potrebbe effettivamente costare loro la vita in certi tipi di incidenti, o perché si risentono per un'intrusione ingiustificata del governo nella vita privata pletora di leggi che ora richiedono agli automobilisti di allacciarsi le cinture.

Il primo è un editoriale del 17 settembre 2004 pubblicato sul Daily Nebraskan e intitolato "Individual Rights Buckle Under Seat Belt Laws" di Derek Kieper, 21enne senior presso l'Università del Nebraska-Lincoln, in cui lo scrittore inveiva contro leggi obbligatorie sulle cinture di sicurezza, sostenendo che "lo zio Sam non è qui per regolare ogni aspetto della vita, indipendentemente dalle conseguenze", e che "democratici e repubblicani dovrebbero stare insieme per fermare queste leggi che sono incongruenti con gli ideali di entrambe le parti". Nel bel mezzo del suo editoriale ha notato:

Evidentemente le sue parole erano molto più preveggenti di quanto chiunque di noi avrebbe potuto desiderare, poiché un articolo del Lincoln Journal Star del 4 gennaio 2005 riportava che il signor Kieper non solo morì in un incidente d'auto, ma il tragico incidente che sosteneva la sua vita era proprio tipo di incidente in cui le cinture di sicurezza si sono dimostrate così efficaci nel salvare vite umane impedendo ai passeggeri di essere espulsi dai veicoli:

Derek, che è stato sbalzato dal veicolo, non indossava la cintura di sicurezza, [Cap.

Ha detto che Havermann e Uphoff indossavano le cinture di sicurezza in quel momento.

"Diritti individuali fibbia in base alle leggi sulle cinture di sicurezza".


Fonte: https://www.snopes.com/fact-check/seat-belted/

Morte della cintura di sicurezza

Affermazione: l'avvocato della legge sulle cinture di sicurezza è morto in un incidente automobilistico.

Origini: nonostante il ruolo vitale che le cinture di sicurezza delle automobili hanno svolto nel salvare migliaia e migliaia di vite negli ultimi decenni, esiste ancora un gruppo

di conducenti e passeggeri che sono determinati a non indossarli, per una serie di motivi: perché li trovano

troppo scomodi o limitanti, perché non credono nella loro efficacia, perché hanno sentito che indossare le cinture di sicurezza potrebbe effettivamente costare loro la vita in certi tipi di incidenti, o perché si risentono per un'intrusione ingiustificata del governo nella vita privata pletora di leggi che ora richiedono agli automobilisti di allacciarsi le cinture.

In questo senso, notiamo con un senso di tristezza e ironia un paio di articoli recentemente richiamati alla nostra attenzione. Il primo è un editoriale del 17 settembre 2004 pubblicato sul Daily Nebraskan e intitolato "Individual Rights Buckle Under Seat Belt Laws" di Derek Kieper, 21enne senior presso l'Università del Nebraska-Lincoln, in cui lo scrittore inveiva contro leggi obbligatorie sulle cinture di sicurezza, sostenendo che "lo zio Sam non è qui per regolare ogni aspetto della vita, indipendentemente dalle conseguenze", e che "democratici e repubblicani dovrebbero stare insieme per fermare queste leggi che sono incongruenti con gli ideali di entrambe le parti". Nel bel mezzo del suo editoriale ha notato:

Man mano che le leggi diventano sempre più severe per le cinture di sicurezza, meno persone risponderanno positivamente allacciandosi in risposta alle leggi. Sembra esserci un gruppo irriducibile di non indossatori là fuori che semplicemente non desiderano allacciarsi le cinture, non importa quello che fa il governo. Appartengo a questo gruppo.

Evidentemente le sue parole erano molto più preveggenti di quanto chiunque di noi avrebbe potuto desiderare, poiché un articolo del Lincoln Journal Star del 4 gennaio 2005 riportava che il signor Kieper non solo morì in un incidente d'auto, ma il tragico incidente che sosteneva la sua vita era proprio tipo di incidente in cui le cinture di sicurezza si sono dimostrate così efficaci nel salvare vite umane impedendo ai passeggeri di essere espulsi dai veicoli:

Derek Kieper era un giovane intelligente, divertente e intenso che amava un buon dibattito e farebbe qualsiasi cosa per i suoi amici.

Kieper, un 21enne senior presso l'Università del Nebraska-Lincoln, è morto martedì mattina presto quando il Ford Explorer di cui era passeggero ha viaggiato da una sezione ghiacciata dell'Interstate 80 e ha rotolato più volte in un fosso. Kieper, che era sul sedile posteriore dell'Explorer, è stato espulso dal veicolo.

Altri due a bordo del veicolo, tra cui l'autista, Luke Havermann di Ogallala, e il passeggero sul sedile anteriore, Nick Uphoff della base aerea di Randolph in Texas, hanno riportato ferite non mortali. Havermann e Uphoff, entrambi 21 anni, erano in cura al BryanLGH Medical Center West.

Derek, che è stato sbalzato dal veicolo, non indossava la cintura di sicurezza, [Cap. Joe Lefler dell'ufficio dello sceriffo della contea di Lancaster] ha detto. Ha detto che Havermann e Uphoff indossavano le cinture di sicurezza in quel momento.

Allo stesso modo, nel luglio 2011 un motociclista senza casco che partecipava a una corsa per protestare contro le leggi obbligatorie sul casco è stato ucciso quando è stato gettato sul manubrio della sua motocicletta a Onondaga, New York:

Philip A. Contos, 55 anni, di Parish, New York, era in una corsa organizzata dalla sezione Onondaga di American Bikers Aimed Towards Education (ABATE).

Contos ha frenato, ha iniziato a scendere e ha perso il controllo della sua Harley Davidson del 1983. Ha sparato sopra il manubrio, ha battuto la testa sul marciapiede ed è stato portato all'Upstate University Hospital di Syracuse, New York, dove è stato dichiarato morto.

La polizia di stato afferma che le prove sulla scena e le informazioni dell'esperto medico presente indicavano che Contos sarebbe sopravvissuto se avesse indossato un elmetto come richiesto dalla legge statale.

Kieper, Derek. "Diritti individuali fibbia in base alle leggi sulle cinture di sicurezza".

The Daily Nebraskan. 17 settembre 2004.

Mabin, Butch. "I-80 Crash Claims UNL Student's Life".

Lincoln Journal Star. 4 gennaio 2005.

Raja, Nina. "Motociclista a testa scoperta muore per protesta contro il casco."

CNN.com. 4 luglio 2011.

WOWT-TV [Omaha]. "Icy Interstate Linked to Fatal Crash."

4 gennaio 2005.