Home » Non categorizzato » I bambini non nati nel grembo materno possono gustare aromi come aglio, carote o vaniglia nel loro liquido amniotico, che possono influenzare ciò che gradiranno mangiare.

I bambini non nati nel grembo materno possono gustare aromi come aglio, carote o vaniglia nel loro liquido amniotico, che possono influenzare ciò che gradiranno mangiare.

Quel fluido che circonda il bambino è in realtà aromatizzato dagli alimenti e dalle bevande che la madre ha mangiato nelle ultime ore.

"Cose come vaniglia, carota, aglio, anice, menta - questi sono alcuni dei sapori che hanno dimostrato di essere trasmessi al liquido amniotico o al latte materno", dice Julie Mennella, che studia il gusto nei neonati presso il Monell Chemical Senses Center.

Per determinare se i sapori vengono trasmessi dalla madre al bambino attraverso il liquido amniotico, i ricercatori hanno somministrato alle donne capsule di aglio o capsule di zucchero prima di prelevare un campione di routine del loro liquido amniotico e poi hanno chiesto a un gruppo di persone di annusare i campioni.

Ma Mennella dice che non solo il liquido amniotico e il latte materno negli esseri umani sono aromatizzati dal cibo proprio come le mucche, ma i ricordi di questi sapori si formano anche prima della nascita.

"E proprio come il coniglio europeo, i bambini che avevano sperimentato la carota nel liquido amniotico o nel latte materno mangiavano più cereali aromatizzati alla carota", dice Mennella.

Poiché le madri tendono a nutrire i loro figli con ciò che mangiano da sole, è il modo in cui la natura introduce i bambini agli alimenti e ai sapori che probabilmente incontreranno nella loro famiglia e nella loro cultura.

Mi sono sempre chiesto com'è stato possibile crescere mangiando verdure amare come cavoli e senape e cose come lo zenzero ", dice Lau. Instillare un amore per i sapori cinesi prima della nascita

Dice che il lavoro di Mennella mostra che l'esposizione molto precoce ai sapori, sia prima che dopo la nascita, rende più probabile che i bambini accetteranno un'ampia varietà di sapori.


Fonte: https://www.npr.org/2011/08/08/139033757/babys-palate-and-food-memories-shaped-before-birth

Il palato del bambino e i ricordi alimentari plasmati prima della nascita

Vuoi che tuo figlio ami le verdure? Inizia presto. Molto presto. La ricerca mostra che ciò che una donna mangia durante la gravidanza non solo nutre il suo bambino nel grembo materno, ma può modellare le preferenze alimentari più tardi nella vita.

A 21 settimane dal concepimento, un bambino in via di sviluppo pesa circa quanto una lattina di Coca-Cola - e anche lui o lei può assaggiarlo. Sempre nel grembo materno, il bambino in crescita ingoia diverse once di liquido amniotico al giorno. Quel fluido che circonda il bambino è in realtà aromatizzato dagli alimenti e dalle bevande che la madre ha mangiato nelle ultime ore.

"Cose come vaniglia, carota, aglio, anice, menta - questi sono alcuni dei sapori che hanno dimostrato di essere trasmessi al liquido amniotico o al latte materno", dice Julie Mennella, che studia il gusto nei neonati presso il Monell Chemical Senses Center. In effetti, Mennella dice che non c'è un solo sapore che hanno trovato che non si presenti in utero. Il suo lavoro è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics.

Il profumo del liquido amniotico

Per determinare se i sapori vengono trasmessi dalla madre al bambino attraverso il liquido amniotico, i ricercatori hanno somministrato alle donne capsule di aglio o capsule di zucchero prima di prelevare un campione di routine del loro liquido amniotico e poi hanno chiesto a un gruppo di persone di annusare i campioni.

"Ed è stato facile", dice Mennella. "Potevano scegliere facilmente i campioni dalle donne che mangiavano aglio." Il senso del gusto è in realtà un odore del 90%, ha aggiunto, quindi sapevano solo dall'odore che i bambini potevano assaggiarlo.

Mennella dice di aver avuto l'idea dai produttori di latte, che negli anni '1960 e '70 stavano facendo ricerche su come la dieta della vacca da latte influiva sul sapore del latte. Dice che le mucche che pascolano con aglio selvatico e cipolla, o che vivono in stalle puzzolenti, producono latte dai sapori distinti.

Ma Mennella dice che non solo il liquido amniotico e il latte materno negli esseri umani sono aromatizzati dal cibo proprio come le mucche, ma i ricordi di questi sapori si formano anche prima della nascita. Ciò potrebbe comportare preferenze per questi cibi o odori per tutta la vita. In altre parole, se mangi broccoli durante la gravidanza, ci sono molte più possibilità che al tuo bambino piacciano i broccoli.

Mennella dice che questo era già stato osservato nei conigli, quindi ha deciso di testarlo su bambini umani - con le carote. Le donne incinte sono state divise in tre gruppi. A un gruppo è stato chiesto di bere succo di carota ogni giorno durante la gravidanza, un altro durante l'allattamento e un terzo di evitare completamente le carote. Poi, quando i bambini hanno iniziato a mangiare cibi solidi, i ricercatori hanno dato loro da mangiare cereali fatti con acqua o succo di carota e hanno registrato le loro risposte.

Introdurre i bambini alla cultura alimentare

"E proprio come il coniglio europeo, i bambini che avevano sperimentato la carota nel liquido amniotico o nel latte materno mangiavano più cereali aromatizzati alla carota", dice Mennella. "E quando abbiamo analizzato le videocassette, hanno fatto meno smorfie mentre lo mangiavano."

Questo ha molto senso evolutivo, dice Mennella. Poiché le madri tendono a nutrire i loro figli con ciò che mangiano da sole, è il modo in cui la natura introduce i bambini agli alimenti e ai sapori che probabilmente incontreranno nella loro famiglia e nella loro cultura.

"Ogni singolo bambino sta vivendo la propria esperienza unica, cambia di ora in ora, di giorno in giorno, di mese in mese", afferma Mennella. "Come stimolo, fornisce così tante informazioni a quel bambino su chi è come famiglia e quali sono i cibi che la sua famiglia apprezza e apprezza".

Quella stessa idea ha spinto Matty Lau a pensare "come mai i bambini di altre culture mangiano cibi piccanti, amari o dal sapore pungente?" È una cino-americana che ha avuto un bambino a fine luglio e ricorda che cresceva mangiando cibi che la maggior parte dei bambini americani che conosce non avrebbe mai toccato.

“I miei genitori sono ottimi cuochi e quindi cucineranno cose come le ostriche conservate. Mi sono sempre chiesto com'è stato possibile crescere mangiando verdure amare come cavoli e senape e cose come lo zenzero ", dice Lau.

Instillare un amore per i sapori cinesi prima della nascita

Mentre era incinta, ha cercato consapevolmente di fornire al suo bambino i sapori che ama dalla sua cucina cinese nativa. Spera che quando il suo bambino sarà più grande, condividerà il suo amore per il cibo saporito.

"Ero davvero preoccupato che mio figlio apprezzasse il cibo tanto quanto il resto della mia famiglia", dice Lau.

La ricercatrice del gusto dell'Università della Florida Linda Bartoshuk afferma che i bambini nascono con pochissime preferenze di gusto difficili e veloci. Dice che il lavoro di Mennella mostra che l'esposizione molto precoce ai sapori, sia prima che dopo la nascita, rende più probabile che i bambini accetteranno un'ampia varietà di sapori. E quando quelle prime esposizioni vengono rafforzate nel corso della vita, Bartoshuk pensa che potrebbero avere implicazioni di vasta portata, anche promuovere una buona alimentazione.

“In che misura possiamo indurre un bambino a seguire una dieta più sana esponendolo a tutti i giusti sapori - broccoli, carote, fagioli di Lima, eccetera? Potremmo farlo o no? La mia ipotesi è che potremmo ", dice Bartoshuk.

Menella riconosce che molti bambini faranno ancora una faccia acida quando ricevono i broccoli, non importa quanto la madre abbia mangiato durante la gravidanza. E forse non gli piacerà mai. Ma lei dice che i genitori dovrebbero continuare a esporre i bambini piccoli a questi sapori perché alla fine possono imparare ad apprezzarli.