Incontra Nyarri Morgan, un uomo aborigeno australiano che non ha avuto contatti con il mondo occidentale fino a quando non ha assistito, senza alcun contesto, a un test atomico e ai suoi effetti.

La storia dell'uomo aborigeno sulla sopravvivenza della bomba nucleare di Maralinga raccontata con la realtà virtuale

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l'audio, frecce sinistra e destra per cercare, frecce su e giù per il volume.OrologioDurata: 5 minuti 33 secondi5m

In un'improbabile collisione di culture, la tecnologia cinematografica 3D all'avanguardia sta portando la storia unica di un uomo aborigeno sulla sopravvivenza della bomba nucleare al pubblico di tutta l'Australia.

Negli anni '1950 Nyarri Morgan era un giovane, che camminava e cacciava nei deserti settentrionali del South Australia.

Il suo primo drammatico contatto con i bianchi è avvenuto quando ha assistito all'esplosione di una bomba nucleare nel sito di test britannico a Maralinga.

Ora, da vecchio, e con l'aiuto del regista Lynette Wallworth e un po 'di tecnologia, sta condividendo la sua storia in un film intitolato Collisions che viene proiettato in luoghi selezionati in tutta l'Australia ... Continua a leggere (lettura di 3 minuti)

8 pensieri su "Incontra Nyarri Morgan, un uomo aborigeno australiano che non ha avuto contatti con il mondo occidentale fino a quando non ha assistito - senza contesto - a un test atomico e ai suoi effetti risultanti"

  1. Gemmabeta

    Puoi fare di questo una religione.

    > "[Ha detto] 'poi abbiamo visto che lo spirito aveva fatto cadere tutti i canguri a terra come dono per noi di caccia facile, così abbiamo preso quei canguri e li abbiamo mangiati e le persone erano malate e poi lo spirito se ne è andato' . "

    > “La polvere, la polvere bianca ha ucciso molti canguri [e] spinifex [erba]. L'acqua era in fiamme, ecco cosa abbiamo visto. "

    > "Il fumo ci è entrato nel naso e altre persone hanno ancora quel veleno oggi", ha detto. "Siamo stati tutti avvelenati, nel cuore, nel sangue e altre persone che erano molto più vicine non hanno vissuto molto a lungo, sono morte, molte di loro."

  2. Wibbles20

    C'è una tribù nella zona di Alice Springs che credeva che gli spiriti maligni abitavano un ruscello e ha disegnato l'arte rupestre di ciò che sarebbe accaduto se avessero bevuto dall'acqua.

    Si è scoperto che ciò che hanno disegnato migliaia di anni fa erano tutti i sintomi dell'avvelenamento da radiazioni e l'area è stata trovata ad alto contenuto di uranio

  3. DocciaSuspicious

    C'è un bel documentario su Prime Amazon su un gruppo di aborigeni che incontrano gli europei per la prima volta nel 1964.

    Contact è un film documentario australiano del 2009 che racconta la storia di 20 persone Martu che nel 1964 divennero le ultime persone nel Great Sandy Desert a entrare in contatto con gli europei.

  4. supagirl277

    Dannazione. Un test atomico con vittime del genere non è più un test

  5. TiG82

    Il lavoro di realtà virtuale di Lynette Wallworth si chiama COLLISIONS. Consiglio vivamente di vederlo se ne hai l'opportunità

  6. MandrakeThePancake

    Prove disgustose. Oltre a testare armi nucleari in un'area sacra agli aborigeni, hanno anche ordinato ai soldati di passare attraverso quelle aree subito dopo i test, provocando massicci picchi di cancro tra i veterani a causa delle radiazioni.

    Sapevano che stava succedendo qualcosa con la ricaduta radioattiva e usavano ancora le persone come cavie.

Lascia un tuo commento