Nel 2001 Kenny Waters, un uomo del Massachusetts che è stato ingiustamente imprigionato per 18 anni per omicidio, è stato finalmente liberato dopo che sua sorella che aveva abbandonato il liceo era andata alla scuola di legge per dimostrare la sua innocenza. Tuttavia, 6 mesi dopo il suo rilascio, morì in uno strano incidente.

Solo pochi anni dopo, è stato accusato e condannato per omicidio e ha scontato 18 anni di prigione prima che il test del DNA dimostrasse la sua innocenza.

Waters è stato interrogato dalla polizia e ha fornito un valido alibi che aveva lavorato fino alle 8:30 del giorno in cui Brow è stato ucciso e un collega lo aveva accompagnato a casa.

Nell'ottobre 1982, un uomo di nome Robert Osborne, che viveva con Brenda Marsh, l'ex fidanzata di Waters, all'epoca, andò al dipartimento di polizia di Ayer e presumibilmente si offrì di fornire informazioni sull'omicidio in cambio di denaro.

Sulla base di queste dichiarazioni, Waters è stato accusato di omicidio.

Sebbene la polizia avesse usato le impronte digitali per escludere Waters e molti altri sospetti durante le indagini, a quanto pare questi documenti non sono stati forniti dalla polizia ai pubblici ministeri.

Un analista forense ha testimoniato che tre peli raccolti dalla scena del crimine - compreso uno nella mano della vittima e uno sull'arma del delitto - non corrispondevano alla vittima o ad Waters.

Waters è stato condannato l'11 maggio 1983 e condannato all'ergastolo.

Waters ha impugnato più volte la sua condanna tra il 1983 e il 1999.

Dopo la condanna di Waters, sua sorella, Betty Anne Waters, ha cercato di dimostrare la sua innocenza.

L'ufficio del procuratore distrettuale della contea di Middlesex ha aperto una nuova indagine sul caso per determinare se ritentare Waters.

A questo punto, per la prima volta, la polizia ha consegnato i record completi del caso, incluso un rapporto della polizia che conferma il programma di lavoro di Waters e un'ampia documentazione sulle prove delle impronte digitali raccolte prima del processo.

Il 15 marzo 2001, l'ufficio del procuratore distrettuale ha ritirato tutte le accuse contro Waters e il suo esonero è diventato ufficiale.

Ma Betty Anne Waters dice del tempo trascorso da suo fratello dopo essere stato scagionato: “Kenny ha avuto i migliori sei mesi della sua vita.

Guarda un video di 3 minuti sulla storia dietro "Conviction", con Betty Anne Waters, Kenny Waters e il co-direttore del progetto Innocence Barry Scheck


Fonte: https://www.innocenceproject.org/cases/kenny-waters/

Kenny Waters

Time Served: 18 anni

Kenny Waters, uno dei nove figli, è cresciuto in una cittadina rurale del Massachusetts. Nel 1980, era un tipico uomo sui venticinque anni, lavorava come chef in una tavola calda locale e viveva con la sua ragazza di allora.

Solo pochi anni dopo, è stato accusato e condannato per omicidio e ha scontato 18 anni di prigione prima che il test del DNA dimostrasse la sua innocenza. Sua sorella, Betty Anne Waters, si è iscritta al college e alla facoltà di legge al solo scopo di aiutare suo fratello. Ha lavorato instancabilmente con il progetto Innocence per ottenere il suo esonero nel 2001.

La mattina del 21 maggio 1980, Katherina Reitz Brow fu assassinata nella sua casa del Massachusetts. Il suo corpo è stato trovato alle 10:45 - c'erano macchie di sangue in tutta la casa, e la sua borsa, alcuni gioielli e una busta dove teneva i soldi erano tutti mancanti.

Indagini e processi

Gli investigatori sulla scena del crimine hanno recuperato peli, sangue e impronte digitali nella casa che erano considerati potenzialmente legati all'autore. L'apparente arma del delitto, un coltello da cucina, è stata raccolta da un cestino della spazzatura in casa.

Kenny Waters è diventato un sospetto perché viveva accanto alla vittima con la sua ragazza, Brenda Marsh. Ha lavorato al Park Street Diner ad Ayer, Massachusetts, dove Brow era un cliente abituale. Apparentemente era noto ai dipendenti della tavola calda che Brow teneva una grande quantità di denaro in casa sua.

Waters è stato interrogato dalla polizia e gli ha fornito un valido alibi che aveva lavorato fino alle 8:30 del giorno in cui Brow è stato ucciso e un collega lo aveva accompagnato a casa. Si è cambiato d'abito ed era stato nel tribunale di Ayer per un'apparizione alle 9 del mattino con il suo avvocato. Ha detto di aver lasciato il tribunale dopo le 11 del mattino ed è tornato alla tavola calda, dove è rimasto fino alle 12:30. Gli ufficiali hanno esaminato i suoi vestiti e il suo corpo e non hanno visto macchie o tagli di sangue. Gli sono state rilevate le impronte digitali e interrogato ulteriormente, ma non è stato addebitato.

Il caso è rimasto aperto per più di due anni. Nell'ottobre 1982, un uomo di nome Robert Osborne, che viveva con Brenda Marsh, l'ex fidanzata di Waters, all'epoca, andò al dipartimento di polizia di Ayer e si sarebbe offerto di fornire informazioni sull'omicidio in cambio di denaro.

Osborne ha detto che Marsh gli aveva detto che Waters le aveva confessato di aver ucciso una donna. Non è noto se Osborne sia mai stato compensato per le informazioni fornite. Gli ufficiali hanno quindi interrogato Marsh e presumibilmente minacciato di accusarla come complice di omicidio e di portarle via i suoi figli se non avesse confermato le affermazioni di Osborne. Inizialmente ha rifiutato, dicendo che le dichiarazioni di Osborne erano false. Alla fine, tuttavia, ha accettato di collaborare e ha detto alla polizia che Waters era tornato a casa la mattina dell'omicidio con un lungo e profondo graffio sul viso.

Anche Roseanna Perry, un'altra ex fidanzata di Waters, inizialmente ha detto alla polizia di non avere informazioni sul crimine, ma dopo più di tre ore di interrogatori e minacce di arresto, ha detto loro che Waters aveva detto qualcosa sull'accoltellamento di una donna e il furto dei suoi soldi. e gioielli. Sulla base di queste dichiarazioni, Waters è stato accusato di omicidio.

Il processo a Waters iniziò nel maggio 1983. Sebbene la polizia avesse usato le impronte digitali per escludere Waters e molti altri sospetti durante le indagini, questi documenti apparentemente non furono forniti dalla polizia ai pubblici ministeri. Un analista forense ha testimoniato che tre peli raccolti dalla scena del crimine - compreso uno nella mano della vittima e uno sull'arma del delitto - non corrispondevano alla vittima o ad Waters.

Waters è stato condannato l'11 maggio 1983 e condannato all'ergastolo.

Indagine post-condanna

Waters ha presentato ricorso contro la sua condanna diverse volte tra il 1983 e il 1999. Sebbene Roseanna Perry abbia ritrattato la sua testimonianza di processo secondo cui Waters aveva ammesso la colpa, i suoi appelli per un nuovo processo furono respinti.

Dopo la condanna di Waters, sua sorella, Betty Anne Waters, ha cercato di dimostrare la sua innocenza. Si è iscritta al college e alla facoltà di legge, il tutto con l'obiettivo di scagionare suo fratello. Nel 1999, ha individuato le prove di sangue raccolte sulla scena del crimine e ha ottenuto un ordine del tribunale per conservare le prove per un possibile test del DNA.

Nel 2000, ha iniziato a lavorare sul caso con il progetto Innocence. Insieme, lei e l'Innocence Project hanno raggiunto un accordo con l'ufficio del procuratore distrettuale della contea di Middlesex per consentire a un laboratorio privato di condurre test del DNA sulle prove. I risultati hanno escluso Waters, dimostrando che Waters non era l'autore; La condanna di Waters è stata annullata subito dopo. Dopo quasi 18 anni di prigione per un crimine che non ha commesso, Waters è stato liberato mentre i pubblici ministeri valutavano se ritentare con lui.

L'ufficio del procuratore distrettuale della contea di Middlesex ha aperto una nuova indagine sul caso per determinare se ritentare Waters. La nuova inchiesta è stata condotta da un agente della polizia di stato, che ha riscontrato che i rapporti della polizia erano incompleti e ha contattato gli agenti di polizia di Ayer che erano stati coinvolti nelle indagini iniziali. A questo punto, per la prima volta, la polizia ha consegnato i record completi del caso, incluso un rapporto della polizia che conferma il programma di lavoro di Waters e un'ampia documentazione sulle prove delle impronte digitali raccolte prima del processo.

Il 15 marzo 2001, l'ufficio del procuratore distrettuale ha ritirato tutte le accuse contro Waters e il suo esonero è diventato ufficiale.

La vita dopo l'esonero

Purtroppo, Waters è morto in un tragico incidente il 19 settembre 2001, solo sei mesi dopo essere stato rilasciato dalla prigione. Aveva 47 anni. Ma Betty Anne Waters dice del tempo trascorso da suo fratello dopo essere stato scagionato: “Kenny ha avuto i migliori sei mesi della sua vita. Dopo tanti anni dietro le sbarre, il mondo era nuovo per lui. "

Dopo la morte di Waters, i rappresentanti della sua tenuta hanno risolto una causa civile con la città di Ayer, e il caso è stato oggetto di un film del 2010, "Conviction".

Visita la nostra pagina "Conviction" per i video, le risorse e la storia dietro il film

Visualizza una presentazione delle foto e delle immagini della famiglia Waters del giorno in cui Kenny è stato liberato

Guarda un video di 3 minuti sulla storia dietro "Conviction", con Betty Anne Waters, Kenny Waters e il co-direttore del progetto Innocence Barry Scheck

Stato: Massachusetts

Accusa: omicidio, rapina

Condanna: omicidio, rapina

Frase: vita

Data di condanna: 05/11/83

Data di esonero: 03/15/01

Servito: 18 anni

Razza dell'imputato: caucasico

Razza delle vittime: caucasica

Stato: esonerato dal DNA

Tipo di crimine: correlato all'omicidio

Cause che contribuiscono alla convinzione: informatori

Caso di pena di morte: no

Accusato si dichiara colpevole: no

Identificato l'autore alternativo: no

Vero responsabile condannato per reati successivi: no

Progetto Innocence coinvolto: sì