Casa » Scienza » Il fisico Nikola Tesla ha pagato un conto in ritardo dell'hotel con una scatola contenente un modello funzionante del suo raggio della morte. Ha avvertito i dipendenti di non aprirlo mai.
Nikola Tesla

Il fisico Nikola Tesla ha pagato un conto in ritardo dell'hotel con una scatola contenente un modello funzionante del suo raggio della morte. Ha avvertito i dipendenti di non aprirlo mai.

Nikola Tesla, un fisico, ingegnere e inventore serbo, era senza un soldo e viveva in una piccola stanza d'albergo di New York City alla fine della sua vita brillante e torturata. Ma sapevi come è riuscito a pagare il conto scaduto?

Nikola Tesla, un fisico, una volta ha pagato un conto dell'hotel in ritardo con una scatola contenente un modello funzionante del suo "raggio della morte", avvertendo i dipendenti di non aprirlo a causa del pericolo. Hanno nascosto la scatola e, quando è stata scoperta e aperta anni dopo, si è scoperto che conteneva vecchie parti elettriche innocue.

In che modo Nikola Tesla ha usato la scienza per pagare il conto dell'hotel?

Il defunto laboratorio Wardenclyffe fu infine ceduto al Waldorf-Astoria come parte del pagamento dei debiti di Tesla. Decenni dopo, i gestori del Governor Clinton Hotel ricevettero un pezzo simile di cimeli di Tesla: una cassa di legno contenente quello che l'inventore sosteneva fosse un modello funzionante della sua arma particellare potenzialmente destinata alla fine del mondo.

Tesla raggio della morte, che era irremovibile sul fatto che non fosse, come riportato dalla stampa, a raggio della morte, sarebbe in grado di fermare qualsiasi esercito invasore, rendendo di fatto obsoleta la guerra. Quando Tesla ha girato la scatola contenente il modello, ha avvertito i dipendenti dell'hotel di non aprirla. Hanno obbedito con timore, nascondendo la scatola in un ripostiglio. Dopo la sua morte nel 1943, la scatola fu aperta e si scoprì che conteneva solo vecchi componenti elettrici innocui. (Fonte: La nostra storia)

La vita dello scienziato eremita

Nonostante sia stato un membro dell'alta società di New York per decenni, l'età e la povertà di Tesla lo hanno reso sempre più isolato. Viveva da solo in una serie di alberghi sempre più economici, preferendo la compagnia dei piccioni a quella delle persone.

Tuttavia, ha conservato un aspetto dei suoi giorni come famoso showman-inventore sotto forma di popolari conferenze stampa che teneva ogni 10 luglio per commemorare il suo compleanno. Ha annunciato la sua invenzione di un oscillatore tascabile in grado di distruggere l'Empire State Building quando aveva 79 anni. Un anno dopo, ha rivelato il suo segreto di longevità: dimenarsi. (Fonte: La nostra storia)

Perché Nikola Tesla ha dovuto chiedere finanziamenti?

Nel 1901, Tesla persuase il finanziere JP Morgan a investire $ 150,000 in una nuova impresa: un potente laboratorio a Wardenclyffe, sulla costa settentrionale di Long Island, che servirà come nuova sede per il lavoro di Tesla sulla radio a lunga distanza e sulla trasmissione di energia elettrica. Stanford White, il principale architetto del paese e amico di lunga data di Tesla, ha progettato un laboratorio a un piano con proporzioni classiche, sostenuto da una massiccia torre di 185 piedi.

Quando i fondi finirono prima che la torre Wardenclyffe potesse essere terminata, Tesla chiese a Morgan più soldi ma fu rifiutato. Sebbene alcuni biografi ipotizzano che Morgan abbia tagliato i fondi una volta realizzato che il piano di Tesla per fornire energia wireless era improbabile che fosse redditizio, il fattore chiave per Morgan era molto probabilmente la sua paura di rimanere invischiato in una raffica di speculazioni di mercato sui progetti radiofonici.

Dopo un rifiuto particolarmente duro da parte di Morgan nel luglio 1903, Tesla aumentò il suo equipaggiamento, inviando fulmini dalla torre Wardenclyffe fino a mezzanotte. Un anno dopo, dopo che un'altra accorata richiesta di finanziamento fu accolta con una risposta di una sola parola da parte di Morgan, Tesla rispose accusando il pio episcopale Morgan di essere un fanatico musulmano. (Fonte: La nostra storia

Immagine da Biografia