Casa » Persone e società » Cosa è successo ad Angela Hernandez?

Cosa è successo ad Angela Hernandez?

Abbiamo sentito storie miracolose sui sopravvissuti a incidenti stradali. Ma hai sentito dell'incredibile donna dell'Oregon che è sopravvissuta a una caduta di 250 piedi? 

Angela Hernandez è caduta accidentalmente da una scogliera ed è caduta per 250 piedi in una spiaggia deserta. Stava cercando di evitare un piccolo animale sulla strada. Hernandez è stato ritrovato sette giorni dopo l'incidente.

Il calvario di Angel Hernandez

Una donna dell'Oregon di 23 anni, Angela Hernandez, è passata per Big Sur, in California, e ha visto un piccolo animale sulla strada. Nel frenetico tentativo di evitare di colpire l'animale, Hernandez sterzò. Dal momento che la strada non aveva ringhiere sulle spalle, il suo SUV è caduto da una scogliera di 250 piedi.

Secondo il post di Hernandez sui social media, è svenuta e quando ha ripreso conoscenza, ha sentito che la sua auto si stava riempiendo d'acqua sopra le ginocchia. Le faceva male la testa e quando l'ha toccata ha trovato del sangue.

Rapporti successivi hanno rappresentato le lesioni di Hernandez:

  • Emorragia cerebrale
  • Costole fratturate
  • Un polmone collassato
  • Ossa del collo rotte
  • Vasi sanguigni rotti

Nonostante queste ferite, Hernandez è stato in grado di camminare intorno alla spiaggia, che era deserta e spesso coperta di nebbia. Hernandez si arrampicò sulle rocce e cercò disperatamente di gridare aiuto alle auto che passavano a centinaia di piedi sopra di lei.

Il terzo giorno, ha sentito gli effetti della disidratazione, ma fortunatamente ha trovato il tubo del radiatore del suo SUV e ha trovato una sorgente naturale nelle vicinanze. Dopo una settimana passata a vagare per la spiaggia ea chiedere aiuto, una coppia, Chad e Chelsea Moore, ha sentito la richiesta di aiuto di Hernandez.

Stavano camminando lungo la spiaggia quando hanno sentito un debole grido di aiuto. Hanno visto Hernandez in piedi sulle rocce. Chad Moore è rimasto con Hernandez mentre Chelsea Moore ha ricevuto aiuto. Quando la squadra di soccorso è arrivata, hanno immediatamente issato Hernandez usando una corda per essere trasportato in aereo all'ospedale più vicino. (Fonte: NBC News)

Cosa tenere a mente prima di partire

L'esperienza di Hernandez è stata davvero orribile. Fortunatamente le persone stavano facendo un'escursione nella zona, il che ha portato alla sua scoperta e al salvataggio. Ma se tu fossi in un luogo deserto e non avessi la stessa fortuna di Angela? Sarebbe meglio essere preparati prima di mettersi in viaggio da soli. (Fonte: Fori rossi)

Prepara un kit di emergenza nella tua auto

Avere sempre un kit di emergenza in auto può fare la differenza tra la vita o la morte. Ci sono molti kit disponibili online, ma se vuoi costruirne uno tuo, ecco gli elementi essenziali di cui hai bisogno.

  • Uno strumento multiuso che può tagliare la cintura di sicurezza e rompere il finestrino
  • Una torcia funzionante
  • Un kit di pronto soccorso
  • Materiale per accendere il fuoco come accendini, fiammiferi impermeabili o selce
  • Un fischio per richiamare l'attenzione
  • Una coperta di sopravvivenza di emergenza
  • Un contenitore per l'acqua

Fai attenzione a dove tieni il kit di emergenza, poiché dovrebbe essere facilmente accessibile durante un'emergenza. (Fonte: Fori rossi)

Controlla i tuoi strumenti digitali

Viviamo in un mondo in cui gli smartphone sono sempre nelle nostre mani. Quindi, prima di partire, assicurati che il tuo telefono sia sufficientemente carico e disponga di un alimentatore alternativo come un power bank. Ci sono power bank che hanno pannelli solari per caricarli.

Ci sono anche app che puoi installare sul tuo telefono per aiutarti in qualsiasi situazione. Una buona app è BSAFE. È scaricabile gratuitamente e l'app memorizzerà tutti i tuoi contatti di emergenza. Ha anche una funzione che avviserà i tuoi contatti di emergenza, fornendo le tue coordinate GPS. (Fonte: Fori rossi)

Fai sapere a qualcuno i dettagli del tuo viaggio

Dire a qualcuno i dettagli del tuo viaggio ti tornerà utile se dovessi incontrare una situazione. Fornisci alla persona l'orario di partenza previsto, il punto di destinazione, l'orario di arrivo previsto. (Fonte: Fodor Travel)

Suggerimenti se dovessi imbatterti in una situazione simile

Trova acqua potabile

Possiamo vivere circa un mese senza cibo, ma solo circa una settimana senza acqua. Nel caso di Hernandez, ha sentito gli effetti della disidratazione al suo terzo giorno. Ha avuto la fortuna di aver trovato una fonte di acqua dolce.

Quindi, una volta che sei tornato in te, la tua prima linea d'azione è trovare una fornitura di acqua potabile o può essere convertita con le cose dal tuo kit. (Fonte: Fori rossi)

Rimani informato

Nel racconto di Hernandez, era vigilemente consapevole di ciò che la circondava. Si è adattata di conseguenza. Si arrampicò su rocce più alte per gridare aiuto e dormire durante la notte per evitare la marea della spiaggia. Camminò sulla sabbia per evitare che i suoi piedi si formassero vesciche a causa delle rocce calde.

Dovremmo essere sempre vigili e consapevoli di ciò che ci circonda in caso di emergenza, usando tutto il possibile per sopravvivere.

Sii visibile

Trova un modo per essere visibile ai potenziali soccorritori. Hernandez salì su terreni più alti nella speranza di essere visto o ascoltato. Anche se questa è una buona idea, ci sono altri modi per diventare visibili per essere salvati.

  • Mantieni acceso il fuoco in modo che il fumo venga notato
  • Usa uno specchio per riflettere la luce del sole e attirare l'attenzione

Se hai un fischietto, usalo per attirare l'attenzione (Fonte: Fori rossi)

Lascia un tuo commento

%d blogger come questo: