Casa » Salute » Il chirurgo August Bier ha testato una forma di anestesia consistente nell'iniettare cocaina direttamente nella colonna vertebrale sul suo stesso assistente. Per verificare se funzionava, ha infilato un ago nella gamba del suo assistente, lo ha colpito sugli stinchi con un martello, gli ha strappato i peli pubici e gli ha persino schiacciato i testicoli.
Birra di agosto

Il chirurgo August Bier ha testato una forma di anestesia consistente nell'iniettare cocaina direttamente nella colonna vertebrale sul suo stesso assistente. Per verificare se funzionava, ha infilato un ago nella gamba del suo assistente, lo ha colpito sugli stinchi con un martello, gli ha strappato i peli pubici e gli ha persino schiacciato i testicoli.

August Bier era un chirurgo tedesco. Fu il primo a usare l'anestesia regionale spinale ed endovenosa. Ma come faceva August Bier a sapere se il suo metodo di anestesia funzionava?

August Bier ha testato una forma di anestesia consistente nell'iniettare cocaina direttamente nella colonna vertebrale sul suo assistente e, per vedere quanto fosse efficace, gli ha infilato un ago nella gamba, lo ha colpito agli stinchi con un martello, gli ha strappato i peli pubici, e gli ha persino schiacciato i testicoli.

I primi anni di vita di August Bier

August Karl Gustav Bier nacque il 24 novembre 1861 e morì il 12 marzo 1949. Bier iniziò i suoi studi di medicina presso la Charité – Universitätsmedizin di Berlino nel 1881, poi si trasferì all'Università di Lipsia nel 1882 e di nuovo all'Università di Kiel a 1883. Bier ha lavorato come medico generico e chirurgo navale fuori Kiel, un importante porto del Mar Baltico, dopo aver conseguito la laurea in medicina presso l'Università di Kiel nel 1886.

Bier iniziò la sua residenza nel 1888 presso la clinica chirurgica dell'Università di Kiel, dove Friedrich von Esmarch lo fece da mentore. Bier è stato nominato chirurgo capo e professore di chirurgia Geheimrat presso la Charité - Universitätsmedizin dopo le cattedre a Greifswald e Bonn. (Fonte: Embrione)

Anestesia spinale di August Bier

Il primo passo nello sviluppo dell'anestesia regionale è stato l'isolamento degli anestetici locali, il primo dei quali era la cocaina. L'anestesia spinale è stata la prima tecnica di anestesia regionale utilizzata e August Bier ha eseguito la prima operazione in anestesia spinale nel 1898 in Germania. Prima di questo, le uniche tecniche di anestesia locale disponibili erano l'anestesia topica dell'occhio e l'anestesia di infiltrazione.

Il cervello e il midollo spinale costituiscono il sistema nervoso centrale. L'uso di anestetico locale all'interno o intorno al SNC è indicato come anestesia neuroassiale. L'anestesia spinale è un'anestesia neuroassiale in cui un anestetico locale viene iniettato direttamente nello spazio intratecale. Lo spazio subaracnoideo contiene liquido cerebrospinale sterile, il liquido limpido che circonda il cervello e il midollo spinale. Un essere umano adulto ha circa 130-140 ml di liquido cerebrospinale che circola durante il giorno. Ogni giorno vengono prodotti circa 500 ml di liquido cerebrospinale.

L'anestesia epidurale e caudale sono altre due tecniche neuroassiali, ciascuna con le proprie indicazioni. Per i motivi discussi più avanti in questo articolo, l'anestesia spinale viene utilizzata solo nella colonna lombare per procedure chirurgiche che coinvolgono l'addome inferiore, il bacino e gli arti inferiori. (Fonte: National Library of Medicine)

Medicina dello sport di August Bier

Anche August Bier, un pioniere dell'anestesia, e Arlie V. Bock, che ha studiato le risposte circolatorie e del sangue all'esercizio, sono state figure fondamentali nello stabilire la medicina dello sport come campo di studio formale in Europa e negli Stati Uniti.

La medicina dello sport è sempre stata difficile da definire perché comprende un'ampia gamma di assistenza sanitaria per atleti professionisti e persone attive a livello ricreativo. Offre loro servizi medici diagnostici, curativi, riabilitativi e preventivi. Atleti e persone attive richiedono competenze e conoscenze specifiche per lo sport per problematiche che vanno dallo stress muscoloscheletrico a quello ambientale, dalla cardiologia alla dermatologia, dall'endocrinologia alla psicologia.

Le sfide morali, legali e relative alla salute che gli atleti professionisti devono affrontare si aggiungono al quadro unico e complesso che vedono i medici che li curano. Infine, la prevenzione sta diventando un'area specializzata di interesse, conoscenza e competenza. Molte persone credono che la medicina sportiva darà il contributo più significativo alla prevenzione. La partecipazione all'attività fisica a tutti i livelli apporta benefici alla salute e alla qualità della vita. (Fonte: Aspetar)

Immagine da MDR

Lascia un tuo commento