Charlie Chaplin realizzò il film beffardo di Hitler, "Il grande dittatore", nel 1940 usando i suoi soldi perché nessuno degli studi di Hollywood era a suo agio nel irritare i tedeschi perché avevano rapporti finanziari con loro. Si dice che il film sia una delle più grandi opere di Charlie Chaplin.

L'intervista ha rinnovato l'interesse per Il grande dittatore di Chaplin, che è una grande cosa

Una delle poche cose positive che è emerso da questa intervista a L'Affaire è stato un rinnovato interesse tra i media e gli spettatori per il classico del 1940 di Charlie Chaplin, Il grande dittatore. Con qualche ragione: se The Interview offre un ammonimento su ciò che accade quando si satira sui tiranni del mondo esistenti, Il grande dittatore è forse il poster del figlio del satirico sui tiranni del mondo esistenti. Il film di Chaplin, uscito prima che gli Stati Uniti entrassero nella seconda guerra mondiale, prese di mira direttamente Adolf Hitler. In esso, Chaplin ha interpretato sia il despota tomaniano Adenoid Hynkel (il surrogato di Hitler dal nome umoristico) sia un barbiere ebreo che, dopo anni in un ospedale militare, torna a casa solo per scoprire che ora vive in uno stato di polizia brutale e antisemita .

Continua a leggere


Fonte: https://www.vulture.com/2014/12/charlie-chaplin-great-dictator-history.html