Casa » Soggetti sensibili » Gli scienziati hanno "hackerato" il codice genetico del lievito di birra per produrre composti di cannabis. Hanno inserito i geni delle piante di cannabis nel codice genetico del lievito che gli ha permesso di produrre CBD e THC. Il loro obiettivo finale è consentire la produzione di cannabinoidi su larga scala senza coltivazione.

Gli scienziati hanno "hackerato" il codice genetico del lievito di birra per produrre composti di cannabis. Hanno inserito i geni delle piante di cannabis nel codice genetico del lievito che gli ha permesso di produrre CBD e THC. Il loro obiettivo finale è consentire la produzione di cannabinoidi su larga scala senza coltivazione.

Gli scienziati producono cannabis usando lievito di birra hackerato

Il lievito che le persone hanno usato per millenni per preparare bevande alcoliche è stato ora progettato per produrre cannabinoidi - sostanze chimiche con proprietà medicinali e talvolta alteranti la mente che si trovano nella cannabis.

La feat1, descritta il 27 febbraio su Nature, trasforma uno zucchero in lievito di birra (Saccharomyces cerevisiae) chiamato galattosio in tetraidrocannabinolo (THC), il principale composto psicoattivo della cannabis (Cannabis sativa). Il lievito alterato può anche produrre cannabidiolo (CBD), un altro importante cannabinoide che ultimamente ha attirato l'attenzione per i suoi potenziali benefici terapeutici, inclusi i suoi effetti anti-ansia e antidolorifici.

La speranza è che questo processo di fermentazione consentirà ai produttori di produrre THC, CBD e cannabinoidi rari che ... Continua a leggere (lettura di 3 minuti)

Lascia un tuo commento

%d blogger come questo: