Casa » Salute e benessere » Salute riproduttiva » Chi ha sviluppato il primo test di gravidanza?

Chi ha sviluppato il primo test di gravidanza?

Ti sei mai chiesto come le prime civiltà determinassero il loro stato di gravidanza senza utilizzare un moderno kit di gravidanza? Secondo un antico manoscritto egiziano tradotto da esperti dell'Università di Copenaghen, rivela un metodo obsoleto per determinare il sesso di un bambino e la gravidanza di una donna attraverso la germinazione dei chicchi. 

Manoscritti su papiri egizi datati 3,500 anni fa descrivono il metodo non convenzionale per determinare una gravidanza facendo pipì in sacchi di grano e orzo. Se i semi germogliavano, indicava una gravidanza. Questo test era accurato al 70%.

Il primo test di gravidanza registrato

I detti riguardanti il ​​sesso di un bambino in correlazione con il corpo della madre vengono tramandati di generazione in generazione, circolando in quasi tutte le regioni del mondo. I detti determinano se il bambino sarà una ragazza o un ragazzo dalle voglie della donna incinta alle sue routine del sonno. 

Ma che si tratti di prognosi, sintomi di gravidanza o metodi non convenzionali, come facevano le persone a sapere di essere incinte prima dei rivoluzionari kit di gravidanza da portare a casa?

Tradotti da esperti, i manoscritti di papiro egiziano di oltre 3,000 anni fa descrivono metodi antiquati per determinare lo stato di gravidanza di una madre. Conservato nell'Università di Copenaghen, il testo inedito comunemente noto come La collezione di papiri Carlsberg conteneva una serie di argomenti. La collezione discuteva molte scienze come la medicina, l'astronomia e la botanica praticate durante il periodo degli antichi egizi. (Fonte: CNET

All'interno del manoscritto egiziano, una donna urina su un sacco di grano e un altro sacchetto di prezzemolo. La borsa che germoglia per prima confermerà la gravidanza della donna e il sesso del bambino. Se germoglia il grano, il bambino sarà una femmina, e se germoglia l'orzo, il bambino è un maschio. Se non si verifica alcun germogliamento, la donna non è incinta. Il metodo della gravidanza egiziana è presente anche nei detti tedeschi degli anni '1960.

Molte delle idee nei testi medici dell'Antico Egitto riappaiono in successivi testi greci e romani. Da qui si sono diffusi ulteriormente nei testi medici medievali in Medio Oriente, e si possono trovare tracce fino alla medicina premoderna.

Sofia Schiødt

(Fonte: Smithsonian Magazine)

La scienza dietro il test di gravidanza egiziano

Ci si potrebbe chiedere se il test di gravidanza egiziano abbia accuratezza e scienza dietro i loro metodi obsoleti. Fret not come uno studio pubblicato negli anni '1960 ha studiato l'affidabilità dell'antico processo.

Uno studio pubblicato attraverso il Anamnesi rivista intitolata Su un antico metodo egiziano per diagnosticare la gravidanza e determinare il sesso fetale scoprì che la pipì di donne e uomini non in gravidanza non favoriva la crescita dai sacchi di grano e orzo. Al contrario, il 70% dell'urina delle donne in gravidanza induce la germinazione del grano.


Sebbene il test di gravidanza egiziano abbia determinato con precisione lo stato di gravidanza della donna, non ha previsto correttamente il sesso del bambino. Gli esperti teorizzano che l'aumento dei livelli di estrogeni nelle urine della donna incinta ha aiutato la crescita del grano. (Fonte: Smithsonian Magazine)

Si conclude che quando si verifica la crescita, l'urina è presumibilmente quella di una donna incinta, ma non è necessariamente vero il contrario... Il sesso del nascituro non può essere previsto dal tipo di cereale che cresce più velocemente.

Anamnesi

(Fonte: Il National Center for Biotechnology Information)

Lascia un tuo commento