Casa » Scienza » Ecologia e ambiente » Da dove prende l'acqua la centrale nucleare di Palo Verde?

Da dove prende l'acqua la centrale nucleare di Palo Verde?

Conosciamo bene i vantaggi del riciclaggio. Il processo ci consente di aiutare a preservare le risorse e proteggere il nostro pianeta. Ma lo sapevi che una centrale nucleare ricicla così tante acque reflue al minuto?

La centrale nucleare di Palo Verde nell'Arizona è l'unica centrale costruita lontano da qualsiasi specchio d'acqua. I suoi reattori hanno bisogno di 20,000 galloni di acqua al minuto per raffreddarlo, utilizzando solo le acque reflue delle città vicine.

La centrale nucleare di Palo Verde

La stazione di generazione di Palo Verde (PVGS) è considerata l'impianto di energia nucleare più significativo. È stato costruito a Wintersburg, in Arizona, a circa cinquanta miglia da Phoenix. Il PVGS può produrre 3,739 megawatt di potenza provenienti da tre unità da 1,270 megawatt.

L'impianto nucleare è in grado di generare energia per circa 4 milioni di case ed è alimentato da uranio, elettricità a vapore utilizzando un reattore ad acqua pressurizzata. La costruzione del PVGS è iniziata nel 1976 e, dopo dieci anni, è stata messa in funzione la prima unità di generazione di energia. Nel 1988, tutte le unità erano online. (Fonte: Tribuna dell'Unione di San Diego)

L'impianto fornisce energia ad Arizona, California, New Mexico e Texas. È stato riconosciuto come tra i migliori per sicurezza e affidabilità dall'Institute of Nuclear Operations e dalla Federal Nuclear Regulatory Commission. È anche il fornitore del 70% dell'energia pulita dello stato in quanto non emette carbonio né produce inquinanti atmosferici.

Ad oggi, l'impianto è stato in grado di compensare 484 milioni di tonnellate di anidride carbonica poiché funziona a energia nucleare. È stato anche in grado di compensare 253,000 tonnellate di anidride solforosa e 618,000 tonnellate di ossido di azoto. Tutti i rifiuti nucleari che l'impianto ha creato nei suoi anni di attività sono stoccati in loco. I rifiuti vengono stoccati in contenitori di cemento e acciaio. Questi contenitori sono immagazzinati in un'area grande quanto un campo di calcio.

L'impianto si estende su oltre 4,000 acri di terreno. Ciò include l'alloggio per migliaia di dipendenti. I reattori vengono spenti ogni diciotto mesi per essere riforniti e sottoposti a manutenzione preventiva. Il processo dura circa tre mesi e vi lavorano circa 3,000 dipendenti.

Un terzo dei dipendenti dell'impianto sono veterani, con il Chief Nuclear Officer Robert Bement, un veterano della US Navy. Il complesso ha i suoi vigili del fuoco e dispone di rigorose misure di sicurezza e protezione.

Essendo uno dei più grandi generatori di energia del paese, il PVGS fornisce un impatto economico annuo di oltre $ 2 miliardi in Arizona, con quasi $ 55 milioni pagati alle tasse di proprietà. L'impianto offre anche ulteriori opportunità di lavoro per coloro che si trovano nello stato durante i fermi per manutenzione. In questo periodo impiega da 800 a 1,000 dipendenti temporanei. (Fonte: AZ Grandi Media)

Dove prende l'acqua il Palo Verde?

Con tre generatori nucleari funzionanti 24 ore al giorno e combinati con il caldo del deserto, il PVGS ha bisogno di molta acqua nelle sue operazioni quotidiane. Il processo di fissione nucleare crea calore estremo e, poiché questo processo è sott'acqua, il calore intenso crea una pesante massa di vapore. Questo vapore, a sua volta, attiva le turbine che generano elettricità.

Il PVGS non è affatto vicino a qualsiasi specchio d'acqua che può utilizzare per questo processo. Tuttavia, gli ingegneri hanno progettato un sistema in cui l'impianto può utilizzare le acque reflue trattate dall'impianto di trattamento delle acque reflue della 91a avenue di Phoenix e dall'impianto di Tolleson.

Le acque reflue percorrono circa 36 miglia di tubazioni dalle strutture all'impianto. È stato registrato che l'impianto utilizza circa 80 milioni di galloni di acqua per generare energia durante una tipica giornata calda in estate. Le persone usano più elettricità a causa del calore. (Fonte: Tucson)

Lascia un tuo commento