Casa » Animali » I criceti possono ubriacarsi?

I criceti possono ubriacarsi?

Circa il 20% dell'alcol che consumiamo viene assorbito attraverso lo stomaco e il restante 80% viene assorbito nell'intestino tenue. Il fegato metabolizza l'alcol con gli enzimi presenti scomponendolo. La chiave per comprendere gli effetti dell'alcol risiede nella comprensione del suo tasso di metabolismo. Varia da specie diverse.

Oltre ad essere adorabile, il fegato del tuo criceto medio elabora l'alcol in modo abbastanza efficiente, quindi la loro tolleranza all'alcol è folle. È praticamente impossibile farli ubriacare. Uno studio ha dimostrato che i criceti potrebbero facilmente superare un comune topo da laboratorio.

La tolleranza all'alcol del criceto

Da diversi anni i ricercatori sanno che i criceti amano l'alcol. La maggior parte delle creature dei boschi mangia frutta, noci e semi che hanno fermentato naturalmente.

È stato dimostrato che i criceti dorati hanno un'altissima tolleranza all'alcol. In ricerche più recenti effettuate sui criceti nani presso l'Università dell'Alaska Anchorage, questa teoria è stata testata per vedere se avrebbero risposto allo stesso modo dei criceti dorati. Gwen Lupfer, professore di psicologia dell'Università dell'Alaska Anchorage, ha affermato che i loro risultati erano abbastanza coerenti con altre specie di criceti, ma erano comunque sorprendenti.

I nostri criceti hanno ingerito fino a 7.5 g/kg e non hanno mostrato alcun segno di compromissione. A 1 g/kg gli esseri umani sono troppo ubriachi per guidare. Ma quando vengono somministrate iniezioni di etanolo, aggirando il sistema digestivo, i criceti hanno perso la loro tolleranza, suggerendo che le loro capacità alcoliche probabilmente si basano su un metabolismo avanzato.

Gwen Lupfer, Professoressa di Psicologia, Università di Alaska Anchorage

In generale, i topi da laboratorio e altri animali utilizzati per la sperimentazione odiano il sapore dell'alcol amaro. Avrebbero bisogno di essere allevati o addestrati per consumarlo. Proprio come agli umani non piace il sapore dell'alcol quando lo provano per la prima volta. I ricercatori non si aspettavano che i criceti bevessero volentieri l'alcol.

Un criceto in particolare, chiamato Bacardi da Radcliffe, era così ansioso di spingere la leva e ricevere i suoi debiti, che avrebbe anche lavorato per l'occasione. Sebbene in questo contesto non ci siano vantaggi nel bere, Lupfer dice che il comportamento del criceto è un po' come il modo in cui noi umani bramiamo sale e grasso molto tempo dopo che le nostre esigenze nutrizionali sono state soddisfatte, attingendo agli impulsi dei nostri antenati.

Gwen Lupfer, Professoressa di Psicologia, Università di Alaska Anchorage

È noto che i criceti accumulano semi, frutta e altre cose durante i mesi più caldi. Salvandoli giusto in tempo per l'inverno. Ad un certo punto, il cibo che immagazzinano marcirà e fermenterà. Si sono praticamente evoluti per adattarsi al cibo disponibile.

Il bisogno di indulgere nell'alcol, anche solo un po', ha significato che hanno bisogno di essere in grado di digerire e metabolizzare il farmaco in modo estremamente rapido per neutralizzare gli effetti dannosi, e il ragazzo lo fa mai. Sarebbe meglio provare queste condizioni in natura e studiare il metabolismo del criceto molto più da vicino. Sapere esattamente come le piccole creature tirano fuori questa acrobazia potrebbe fornire informazioni sui disturbi del fegato umano, in particolare quelli associati all'alcol.

Gwen Lupfer, Professoressa di Psicologia, Università di Alaska Anchorage

(Fonte: Logica animale)

Lascia un tuo commento

%d blogger come questo: