Casa » Hobby e tempo libero » Qual è il tasso di mortalità della cattura e del rilascio di pesci?

Qual è il tasso di mortalità della cattura e del rilascio di pesci?

La pesca esiste fin dai tempi antichi. Tuttavia, la pesca ricreativa è stata inventata solo in tempi moderni, con la pesca catch and release il settore sportivo più dominante. Ma questa tecnica è davvero utile per la sopravvivenza dei pesci? 

Il tasso di mortalità della cattura e del rilascio del pesce varia notevolmente a seconda del tipo di pesce, di come è stato catturato e di come è stato gestito. I pesci spesso muoiono dopo il rilascio se catturati e trattenuti in modo errato.

Storia della pesca con cattura e rilascio

Il primo resoconto scritto della pesca condotta come attività ricreativa è stato visto in una pubblicazione del 1496 della priora inglese Dame Juliana Berners. Il libro Un trattato di Fysshynge con un angolo discute l'aspetto non consumistico della pesca, descrivendola come un'attività riflessiva che può aiutare gli uomini a diventare più sani sia nella mente che nel corpo.

La pubblicazione discute anche la nozione di cattura e rilascio del pesce, sebbene non utilizzi la terminologia. Lo ha affermato né un uomo dovrebbe portare il suo divertimento all'eccesso e prendere troppo in una volta. Berners descrive anche la trota e il temolo come gamefish ai loro tempi.

Lo sport è stato introdotto alla popolazione mainstream circa 150 anni dopo la pubblicazione di Berners. Nel 1653 pubblicò Sir Izaak Walton Il pescatore Compleat. Il libro ha cambiato completamente il modo in cui la pesca era vista come uno sport e includeva una linea guida sull'etichetta per consentire ai pescatori di godersi lo sport. L'influenza del libro è ancora visibile nelle attività di pesca di oggi. (Fonte: Fishn Canada)

Tasso di mortalità per la cattura e il rilascio di pesci oggi

Nelle odierne attività di pesca ricreativa, la maggior parte dei partecipanti apprezza l'idea di catturare, fotografare e poi liberare il pesce. Ma studi recenti hanno dimostrato che il semplice rilascio del pesce non garantisce la sua sopravvivenza, il che contraddice completamente la pratica.

Sebbene i tassi di mortalità nelle diverse specie ittiche varino, gli studi dei biologi della pesca hanno scoperto fattori interessanti che contribuiscono a una maggiore mortalità dei pesci catturati e rilasciati. Eccone alcuni.

Le temperature dell'acqua e dell'aria giocano un fattore critico.

Alcuni pesci selvaggi non riescono a far fronte all'improvviso cambiamento di temperatura da freddo a caldo.

La durata della cattura del pesce.

Gli studi dimostrano che più tempo impiega il pescatore per catturare un pesce, più acido lattico genera il corpo del pesce. Ciò potrebbe portare alla loro morte anticipata quando vengono rilasciati.

Il modo in cui viene gestito il pesce quando viene catturato.

Tenere il pesce in verticale può causare gravi danni ai suoi organi interni. Anche tenere il pesce per le branchie provoca danni estremi, contribuendo al tasso di mortalità quando viene rilasciato.

Il modo in cui il pesce viene restituito all'acqua.

Gli studi dimostrano che abbassare delicatamente i pesci in acqua invece di ributtarli semplicemente indietro ha contribuito a un tasso di mortalità più basso.

(Fonte: Duluth News-Tribune)

Suggerimenti durante la pesca

Molti appassionati discutono a lungo su come catturare e rilasciare correttamente i pesci quando si divertono con lo sport poiché sarà benefico per l'ecosistema dei pesci e rispetterà la legge. Ecco alcuni suggerimenti per aiutare a mantenere in vita il pesce.

Usa un'attrezzatura abbastanza pesante per il pesce che stai catturando.

Prova a catturare il pesce velocemente, e un modo per farlo in modo efficiente è se il tuo placcaggio riesce a catturare rapidamente il pesce. Troppo gioco provoca un esaurimento estremo per il pesce.

Immergi le mani e le reti nell'acqua.

La melma di pesce è essenziale per la loro sopravvivenza e mani o guanti asciutti la rimuoveranno dai loro corpi. Avere le mani o le reti bagnate può ridurre al minimo la perdita della melma di pesce.

Fai attenzione a come maneggi il pesce.

Non tenere mai il pesce solo per la bocca, e ancor di più solo per le branchie. Tieni il pesce orizzontalmente, con una mano vicino alle branchie e una vicino al ventre.

(Fonte: Duluth News-Tribune)

Lascia un tuo commento