Casa » Cibo e Bevande » L'aragosta era considerata la proteina dei poveri fino al 1880. I prigionieri iniziavano a lamentarsi quando ricevevano le aragoste più di tre volte a settimana.
Aragoste

L'aragosta era considerata la proteina dei poveri fino al 1880. I prigionieri iniziavano a lamentarsi quando ricevevano le aragoste più di tre volte a settimana.

A causa della loro popolarità e della forte domanda, le aragoste oggi sono piuttosto costose. Inoltre, le aragoste sono difficili da catturare e vanno servite fresche. Di conseguenza, il processo per raggiungerli fino alla preparazione del pasto richiede molte abilità e risorse. Tutti questi fattori contribuiscono all'alto costo delle aragoste. Ma lo sapevi che le aragoste erano considerate la proteina dei poveri?

Fino al 1880, l'aragosta era conosciuta come "la proteina dei poveri", al punto che i prigionieri si lamentavano se dovevano mangiarla più di tre volte a settimana.

In che modo le aragoste sono diventate così costose?

Le aragoste allora erano abbondanti; I nativi americani li usavano per fertilizzare i raccolti e come esca per gli ami da pesca. Anche i nativi americani li mangiavano, ed è da loro che ha avuto origine il classico clambake del New England. Avvolgevano le aragoste nelle alghe e le cuocevano su rocce calde per prepararle al consumo.
Prima della fine del 1700, le aragoste venivano raccolte a mano lungo la costa. Verso la fine del 1700, una barca chiamata a schiaffo è stato introdotto nel Maine per il trasporto di aragoste vive. Aveva serbatoi con fori che permettevano all'acqua di mare di circolare al loro interno. La cattura delle aragoste iniziò nel Maine e non divenne il modo più popolare per raccogliere le aragoste fino alla metà del diciannovesimo secolo.

Le aragoste erano abbondanti all'epoca, il che le rendeva molto economiche. A questo punto, le persone che mangiavano più aragoste erano prigionieri, apprendisti, schiavi e bambini. Poiché venivano nutriti con così tanta aragosta, alcuni domestici del Massachusetts stipulavano nei loro contratti che sarebbero stati serviti crostacei solo due volte a settimana! Le aragoste sono ormai considerate una prelibatezza apprezzata da persone di tutto il mondo. Tuttavia, non è sempre stato così. L'aragosta è stata usata come esca per la pesca, fertilizzante e cibo per i poveri. Non è così nei tempi moderni. (Fonte: La nostra storia

La crescita dell'aragosta

Fu solo nel 1880 che le aragoste iniziarono a perdere la loro cattiva reputazione. Cominciarono a essere serviti nei ristoranti, in particolare a Boston e New York, e di conseguenza i prezzi aumentarono. All'inizio della seconda guerra mondiale, l'aragosta era considerata una prelibatezza. L'economia del tempo di guerra consentiva ai consumatori facoltosi di gustare l'aragosta a prezzi mai visti prima. L'aragosta era anche un alimento base per i soldati perché la carne era facile da inscatolare e mangiare. Era anche una buona fonte di proteine.

A differenza dei granchi, i cui gusci esterni raggiungono un limite di crescita, le aragoste continuano a crescere per il resto della loro vita e quanto grandi possano diventare le aragoste è un segreto che solo l'oceano conosce. I pescatori hanno catturato un'aragosta che pesava più di 44 libbre nel 1977. Altre catture degne di nota erano 14 e 20 libbre. Queste aragoste avevano semplicemente superato il loro periodo migliore. Gli scienziati non sanno quanti anni hanno le aragoste in base alle informazioni disponibili, ma potrebbero avere circa 50 anni.

Le aragoste perdono il loro carapace o il guscio superiore duro. Quando superano i loro gusci, possono continuare a crescere. L'aragosta quindi si riempie d'acqua e fa crescere un nuovo guscio. Questa è la fase della muta.

La maggior parte delle aragoste che mangiamo pesano tra uno e due chili e hanno almeno cinque anni. Per prevenire il sovrasfruttamento, le leggi vietano il consumo di aragoste molto piccole o giovani. Ci sono anche leggi che vietano la cattura di aragoste più vecchie con carapaci più lunghi di cinque pollici. (Fonte: La nostra storia

Immagine da Greatist

Lascia un tuo commento