Il crimine che ha portato Sisifo a spingere un masso è stato ingannare la morte. Ha costretto sua moglie a non seppellirlo correttamente prima di morire, incatenato la morte e ha ingannato Persefone facendolo tornare brevemente sulla terra per rimproverare sua moglie e scappare invece di tornare all'inferno.

Sisifo

Sisifo era il re di Efira (Corinto) nella mitologia greca. Era il figlio del re Eolo di Tessaglia e Enarete. Ha fondato Ephyra, che ha governato come suo primo re. Sua sposa era la ninfa Merope, dalla quale ebbe quattro figli; Glauco, Ornytion, Almus e Thersander.

Sebbene Sisifo abbia aiutato la sua città a diventare un centro commerciale e abbia investito nella navigazione, era una persona astuta e ingannevole. In numerose occasioni, ha violato la Xenia, il concetto di ospitalità e generosità mostrata a viaggiatori e ospiti, uccidendoli, in modo da poter dimostrare di essere un re spietato. Queste violazioni lo fecero cadere negli occhi di Zeus, che era incaricato di promuovere la Xenia. Un'altra volta in cui Sisifo fece infuriare Zeus quando disse al fiume ... Continua a leggere (lettura di 3 minuti)

8 pensieri su “Il crimine che ha portato Sisifo a spingere un masso è stato ingannare la morte. Ha costretto sua moglie a non seppellirlo correttamente prima di morire, ha incatenato la morte e ha ingannato Persefone facendolo tornare brevemente sulla terra per rimproverare sua moglie e scappare invece di tornare all'inferno ".

  1. Squaragus_Asparagus

    Inoltre, badate, Sisifo non era innocente. Ha violentato, ucciso e rubato sulla terra ed era un brutale tiranno. La prima volta che è morto ha incatenato la Morte (Thanatos) in modo che nessun essere umano potesse morire sulla terra. La terra era afflitta da corpi che camminavano senza testa, con la lancia e le viscere che penzolavano. L'Ariete ha rilasciato la morte e lo ha condannato a morire. Prima della morte, Sisifo aveva un piano per imbrogliare di nuovo la morte.

    Ha incaricato Merope (sua moglie) di non seppellirlo correttamente e di non mettere una moneta sotto la sua lingua in modo che potesse essere consentito a un'udienza con Persefone per supplicare di tornare sulla terra per ricevere i riti corretti e rimproverare sua moglie.

    Sulla Terra scappò e visse fino alla vecchiaia, ma fu trascinato all'inferno da Hermes alla fine della sua lunga vita, e fu punito spingendo un masso che lo schiacciò mentre rotolava di nuovo giù ogni volta.

  2. flotiste

    Anche se il masso in sé non era esattamente una punizione. Quando morì gli fu data la scelta di andare nell'aldilà, oppure avrebbe potuto scegliere di essere un Dio se solo avesse potuto spingere il masso su per la collina. Ma se sceglievi il masso, lui doveva mantenerlo finché non ci riusciva. E nella maggior parte dei miti, crede ancora di aver scelto correttamente, e sta ancora lavorando per diventare un dio, assolutamente fermo nella sua convinzione che funzionerà.

  3. flnnry

    Dobbiamo ancora immaginare sisifo felice?

  4. CrimsonPig

    Bel ragazzo, lancia sempre qualche obolo a modo mio quando passo attraverso il Tartaro

  5. Andyetwearestill

    Eppure, bisogna immaginarlo felice

Lascia un tuo commento