Casa » Riferimento » Nell'antico Egitto, in base al decreto di Tolomeo II, tutte le navi in ​​visita alla città erano obbligate a cedere i propri libri alla biblioteca di Alessandria e ad essere copiate. L'originale sarebbe conservato in biblioteca e la copia restituita al proprietario.

Nell'antico Egitto, in base al decreto di Tolomeo II, tutte le navi in ​​visita alla città erano obbligate a cedere i propri libri alla biblioteca di Alessandria e ad essere copiate. L'originale sarebbe conservato in biblioteca e la copia restituita al proprietario.

Biblioteca di Alessandria

Mappa dell'antica Alessandria. Il Mouseion si trovava nel quartiere reale di Broucheion (indicato in questa mappa come “Bruchium”) nella parte centrale della città vicino al Porto Grande (“Portus Magnus” sulla mappa).

I governanti tolemaici intendevano la Biblioteca come una raccolta di tutta la conoscenza e lavorarono per espandere le collezioni della Biblioteca attraverso una politica aggressiva e ben finanziata di acquisto di libri. Inviarono agenti reali con grandi somme di denaro e ordinarono loro di acquistare e raccogliere quanti più testi potevano, su qualsiasi argomento e di qualsiasi autore. Le copie più vecchie di testi erano preferite rispetto a quelle più recenti, poiché si presumeva che le copie più vecchie fossero state sottoposte a meno copie e che quindi fossero più propense a chiudersi ... Continua a leggere


Fonte: https://en.wikipedia.org/wiki/Library_of_Alexandria#Early_expansion_and_organization

%d blogger come questo: