Casa » Scienza » La fisica danese Lene Hau è stata in grado di rallentare la velocità della luce a 38 mph e alla fine è stata in grado di manipolarla
Lene Hau

La fisica danese Lene Hau è stata in grado di rallentare la velocità della luce a 38 mph e alla fine è stata in grado di manipolarla

La velocità della luce è una costante fisica universale che è vitale in diversi aspetti della fisica. La luce viaggia a una velocità costante e finita di 186,000 miglia al secondo. Ma lo sapevi che la velocità della luce può essere manipolata?

Nel 1999, Lene Hau, un fisico danese, è stata la prima a rallentare la luce fino a 38 mph. Più tardi, potrebbe fermarlo, controllarlo e spostarlo completamente.

Chi è Lene Hau?

Lene Vestergaard Hau, una fisica nata a Vejle, in Danimarca, il 13 novembre 1959, è nota soprattutto per il suo lavoro di rallentamento e arresto della luce. Si è laureata all'Università di Aarhus in Danimarca con una laurea in matematica, un master in fisica e un dottorato di ricerca. (Fonte: Fisica oggi)

La ricerca di Lene Hau sulla velocità della luce

Dopo anni di sforzi, Hau ha imparato l'arte di andare in bicicletta alla velocità della luce nel 1999. 

Invece di pedalare più veloce, ha rallentato la luce fino a 60 chilometri orari sorprendenti, compiendo questa impresa impressionante. Ha realizzato qualcosa di ancora più straordinario, fermando la luce nelle sue tracce.

La luce viaggia a 186,000 miglia al secondo. Hau lo sapeva, ma non si sarebbe mai aspettato di battere il record di velocità della luce a bassa velocità. Ha iniziato una nuova attività di ricerca poco dopo il suo arrivo: alla ricerca del Condensato di Bose-Einstein, uno stato della materia nuovo di zecca.

Gli atomi sono estremamente sensibili alla temperatura; a pochi milionesimi di grado sopra lo zero assoluto, perdono la loro individualità e si fondono.

Questa raccolta può comportarsi come un singolo superatom a temperature sufficientemente basse; è indicato come il Condensato di Bose-Einstein dopo i due fisici le cui ricerche ne prevedevano l'esistenza nel 1924.

Ero così curioso di vedere com'era questo nuovo stato della materia. Eravamo incredibilmente felici. Ci siamo riusciti.

Lene Vestergaard Hau, fisico

Il Bose-Einstein Condensate si è infine formato nel giugno 1997 dopo che Hau e i suoi colleghi hanno raffreddato con successo gli atomi.

Dopo averlo creato, Hau e i suoi colleghi hanno iniziato a cercare usi per la condensa. Hanno scoperto che potevano far passare la luce attraverso il condensato precedentemente opaco manipolandolo con precisione con raggi laser. E si sono resi conto che non era mai stato identificato alcun materiale in grado di ritardare la luce con la stessa efficienza della condensa massaggiata.

Utilizzando un elettromagnete, un condensato a forma di sigaro lungo 0.2 millimetri è stato sospeso all'interno di una camera a vuoto. Hanno usato un raggio laser calibrato con precisione per illuminare il sigaro lateralmente prima di sparare un impulso di luce laser lungo il suo asse lungo.

Non appena l'impulso ha toccato la condensa modificata, ha rallentato e compresso. Per un anno, Hau ha lavorato tutta la notte in laboratorio per perfezionare la sua tecnica di prova per rallentare la luce. Ha iniziato a notare il rallentamento della luce nel marzo 1998, finalmente.

Ho pensato, 'cavolo, sei la prima persona a vedere la luce andare così lentamente.

Lene Vestergaard Hau, fisico

Ha scoperto che si stava muovendo più velocemente dei suoi raggi di luce quando ha preso un volo per Copenaghen quell'estate. Ha pubblicato le sue scoperte quell'autunno, quando ha ottenuto con successo la luce per muoversi a passo di bicicletta.

Il suo team ha portato avanti la ricerca quest'anno fermando con successo tutta la luce all'interno di un Condensato di Bose-Einstein. Gli scienziati hanno immediatamente spento il laser di accoppiamento una volta che l'impulso luminoso è stato completamente compresso e intrappolato all'interno della condensa. La luce è rimasta intrappolata all'interno dopo questo cambiamento. L'impulso di luce iniziale è emerso dall'altra estremità quando hanno riacceso il laser di accoppiamento. (Fonte: Centrale di fisica)

4 pensieri su "Il fisico danese Lene Hau è stato in grado di rallentare la velocità della luce a 38 mph e alla fine è stato in grado di manipolarlo"

  1. David Morgan

    La velocità della luce NEL VUOTO è una costante fisica universale. La velocità della luce attraverso l'acqua è inferiore del 25%. Attraverso il vetro è il 33% in meno. Quindi questo è un risultato importante, ma non è scioccante e non viola alcuna legge fisica ben compresa

  2. Lauren Neher

    Se ciò è accaduto nel 1999, cosa è stato fatto da allora al riguardo?

  3. Giovanni Vescovo

    Rallenta anche la velocità del suono in modo significativo, quindi ne ho sentito parlare solo ora.

  4. poiché la “luce” può essere rallentata……si può “accelerare” ? e se può essere accelerato, la composizione verrà modificata con un altro elemento come "warp"?

Lascia un tuo commento