Casa » Legge e governo » Sicurezza pubblica » Crimine e giustizia » Alcatraz era una delle poche prigioni federali all'epoca che consentiva docce calde per dissuadere i prigionieri dall'acclimatarsi all'acqua fredda e dalla fuga attraverso la baia di San Francisco.

Alcatraz era una delle poche prigioni federali all'epoca che consentiva docce calde per dissuadere i prigionieri dall'acclimatarsi all'acqua fredda e dalla fuga attraverso la baia di San Francisco.

• I critici dall'altra parte del dibattito hanno affermato che il fatto che non siano stati trovati corpi equivale a "prova" che i detenuti sono riusciti a raggiungere la terraferma con successo.

Infatti, la notte stessa della fuga, un gentiluomo afroamericano di nome Seymour Webb, secondo quanto riferito scoraggiato per una relazione fallita, abbandonò la sua auto a metà campata sul Golden Gate Bridge e saltò alla morte di fronte a numerosi testimoni oculari.

Il significato di questo evento è che il suicida è entrato in acqua più o meno nello stesso momento dei fuggitivi e il suo corpo non è mai stato trovato o recuperato.

Le docce ad Alcatraz erano sempre fornite di acqua moderatamente calda, per impedire ai detenuti di acclimatarsi alle gelide acque della Baia.

• Il 17 luglio 1962 la nave SS Norefjell, un cargo norvegese in partenza dal molo 38, riferì di aver visto un corpo fluttuare a venti miglia a nord-ovest del Golden Gate Bridge.

I marinai avevano notato qualcosa che oscillava nell'acqua e hanno usato il binocolo per confermare che si trattava di un corpo che galleggiava a faccia in giù.


Fonte: https://www.alcatrazhistory.com/alcesc3.htm

La grande fuga da Alcatraz

La più grande fuga da Alcatraz - Continua

• I critici dall'altra parte del dibattito hanno affermato che il fatto che non siano stati trovati corpi equivale a "prova" che i detenuti sono riusciti a raggiungere la terraferma con successo. La realtà era che era abbastanza comune che le persone che morivano nelle acque della baia non venissero mai trovate. Infatti, la notte stessa della fuga, un gentiluomo afroamericano di nome Seymour Webb, secondo quanto riferito scoraggiato per una relazione fallita, abbandonò la sua auto a metà campata sul Golden Gate Bridge e saltò alla morte di fronte a numerosi testimoni oculari. Nonostante una rapida risposta della Guardia Costiera, il suo corpo non è mai stato recuperato. Il significato di questo evento è che il suicida è entrato in acqua più o meno nello stesso momento dei fuggitivi e il suo corpo non è mai stato trovato o recuperato.

• La temperatura dell'acqua della baia variava da cinquanta a cinquantaquattro gradi. È stato stabilito che l'esposizione agli elementi avrebbe influenzato le funzioni del corpo dopo circa venti minuti. Le docce ad Alcatraz erano sempre fornite di acqua moderatamente calda, per impedire ai detenuti di acclimatarsi alle gelide acque della Baia. Oggetti personali trasportati dai detenuti sono stati trovati galleggianti nella Baia il giorno seguente. Inoltre è stato trovato un salvagente con pesanti segni di denti sulla valvola. Si credeva che la clip fatta in casa per sigillare la valvola fosse fallita, rendendo difficile per il nuotatore rimanere a galla.

• Il 17 luglio 1962 la nave SS Norefjell, un cargo norvegese in partenza dal molo 38, riferì di aver visto un corpo fluttuare a venti miglia a nord-ovest del Golden Gate Bridge. La nave era in rotta verso il Canada e l'equipaggio non ha segnalato l'avvistamento fino a ottobre. I marinai avevano notato qualcosa che oscillava nell'acqua e hanno usato il binocolo per confermare che si trattava di un corpo che galleggiava a faccia in giù. Le mani ei piedi stavano penzolando nell'acqua, ma le natiche erano chiaramente visibili. Sebbene sbiancato dall'oceano e dal sole, il corpo era vestito con pantaloni di jeans a figura intera che sembravano identici alle uniformi del carcere. I medici legali di San Francisco, San Mateo, Alameda e Marin Counties hanno tutti confermato che un corpo potrebbe galleggiare per cinque settimane dopo l'annegamento. L'FBI ha stabilito che questo fosse uno degli indizi più significativi nel caso. Il loro rapporto ufficiale ha stabilito che non c'erano altre persone scomparse o annegate in quel momento che indossavano pantaloni simili.

Le famiglie degli Anglins hanno dichiarato che la fuga era stata oggetto di discussioni familiari per diversi anni. Nessuno di loro era mai stato contattato dai fratelli e pensavano che gli uomini avrebbero preso contatto in qualche forma se fossero sopravvissuti. La famiglia Anglin avrebbe presto subito un'altra tragedia. Il terzo fratello, Alfred, fu fulminato mentre tentava di fuggire dalla prigione di Kilby a Montgomery, in Alabama, nel 1964.

L'intrigante mistero di questa fuga viene ancora esplorato decenni dopo il fatto e oltre un milione di visitatori ogni anno si recano ad Alcatraz per assistere in prima persona alla scena del crimine.

Un ufficiale fotografa il ventilatore rimosso dai detenuti. Questa posizione era il loro punto di uscita dalla cella.

La fuga di Morris e Anglins ha poi ispirato il film di Hollywood Fuga da Alcatraz con Clint Eastwood.

Foto contemporanee degli strumenti reali modellati dai detenuti per aiutare nella loro fuga. La chiave rozza è stata utilizzata efficacemente per rimuovere i bulloni sulla griglia del ventilatore sul tetto.