Casa » Affari e industria » Trasporti e logistica » In che modo i contrabbandieri trasportavano la droga dalla giungla colombiana?

In che modo i contrabbandieri trasportavano la droga dalla giungla colombiana?

Con nessun altro scopo se non quello di impegnarsi nel traffico illecito di droga, molti semi-sommergibili sono emersi dall'America Centrale. Soprannominato come Big Foot prima del 2006, queste navi che trasportano narcotici sono rimaste come voci diffuse senza avvistamenti segnalati. 

Un cantiere navale situato nelle vaste giungle colombiane ha smontato e rimontato semisommergibili per contrabbandare tonnellate di cocaina negli Stati Uniti, con alcune navi costruite solo per uso singolo per evitare rischi. 

L'individuazione del presunto Big Foot

L'idea dell'esistenza dei sottomarini narco è rimasta sconosciuta a molti prima del 2006. Molti chiamavano sottomarini narco Big Foot come molti ne hanno sentito parlare, ma la sua esistenza è rimasta nascosta.

Il primo avvistamento di un sottomarino narco è avvenuto alla fine dei mesi del 2006, 145 chilometri a sud-ovest del Costa Rica, avventurandosi in mare. Era massiccio e di colore blu, con il suo corpo che condivideva caratteristiche simili a quello di un sottomarino.


Un numero crescente di Big Foot continuarono ad apparire navi marittime, note come semisommergibili semoventi. Queste navi di dimensioni enormi contenevano enormi quantità di farmaci rispetto alle dimensioni del semisommergibile stesso. In viaggio dall'America centrale agli Stati Uniti, queste navi sono uno dei mezzi di trasporto utilizzati nel traffico di droga.

È significativo. Riteniamo che possano trasportare fino a otto o dieci tonnellate di cocaina. In effetti è una progressione logica. Man mano che miglioriamo con l'interdizione, si muovono per cercare di contrastare il nostro successo.

Contrammiraglio Joseph Nimmich

(Fonte: Internet Archive)

Il cantiere navale della giungla e il semisommergibile

Joseph Nimmich, contrammiraglio e direttore della Joint Interagency Task Force South, afferma che i cartelli della droga inizialmente cercavano nuovi metodi di trasporto per le loro droghe quando le autorità preposte all'applicazione della droga regolamentavano accuratamente i pescherecci per il traffico di droga.

Uno dei suggerimenti è stato quello di utilizzare un motoscafo per il traffico di droga. I cartelli della droga hanno presto portato all'uso di semisommergibili poiché non attirano molta attenzione, avendo la capacità di terminare il loro viaggio sotto la superficie delle acque oceaniche. Inoltre, i semisommergibili sono più difficili da tracciare sugli schermi radar e possono confondere i sensori a infrarossi, rendendoli il mezzo di trasporto perfetto per i farmaci. (Fonte: Internet Archive

È la prima volta nella storia del Paese che un'imbarcazione con queste caratteristiche viene catturata vicino alle coste nazionali. È incredibile come i trafficanti di droga utilizzino mezzi diversi per poter portare droga negli Stati Uniti.

Il ministro della sicurezza del Costa Rica Fernando Berrocal

(Fonte: Il guardiano)

I cantieri dei semisommergibili si trovano nel profondo della vasta giungla della Columbia. All'interno della giungla si trova un campo dove i lavoratori dormono dopo aver smontato e rimontato le navi marittime in diverse aree della giungla. Indipendentemente dal prezzo elevato e dalle lunghe costruzioni, alcuni semisommergibili vengono utilizzati solo una volta dopo un trasporto di successo a causa del valore stradale di 400 milioni di dollari che il loro carico trasporta.


Presumibilmente, le forze armate rivoluzionarie della Columbia hanno richiesto i semi-sottomarini in quanto sono una delle organizzazioni di traffico di droga più formidabili. Dal 2006 al 2007, con la collaborazione di funzionari colombiani e della Guardia Costiera e della Marina degli Stati Uniti, sono stati catturati più di dieci semisommergibili. (Fonte: Los Angeles Times)

Lascia un tuo commento

%d blogger come questo: