Casa » Cibo e Bevande » Ristoranti » Fast food » Le persone non erano sicure di come pronunciare la parola "Taco" quando Taco Bell aprì nel 1962
Taco Bell

Le persone non erano sicure di come pronunciare la parola "Taco" quando Taco Bell aprì nel 1962

I tacos sono nati in Messico molto prima dell'arrivo degli spagnoli. Si tratta di tortillas di mais appena prodotte, morbide e piatte con qualche forma di proteine ​​come pesce o organi arrostiti. Era un pasto base che forniva alle persone nutrienti ed energia essenziali. Ma sapevi come gli americani pronunciavano la parola taco quando Taco Bell ha aperto per la prima volta negli Stati Uniti? 

I clienti non sapevano come pronunciare "taco" correttamente quando Taco Bell aprì per la prima volta nel 1962, quindi li chiamarono "tay-kohs" fino a quando la pronuncia corretta non divenne generalmente nota.

Il Taco si chiamava Taco quando è stato prodotto per la prima volta? 

Il termine taco è relativamente nuovo. Il taco come lo conosciamo ha solo circa 100 anni. Il formaggio, la lattuga, la panna acida e il pomodoro che oggi associamo ai tacos erano assenti dai tacos originali. 

Fu creato nel 18° secolo dai minatori d'argento messicani. Prima della detonazione, la polvere da sparo era avvolta in carta e messa nelle rocce come un taquito.

A questo punto, i tacos erano diventati la cucina della classe operaia, che includeva i minatori. Di conseguenza, la loro cucina di strada portatile divenne nota come tacos de minero o tacos del minatore.

La tortilla usata in questi tacos da minatore non era il tradizionale guscio a forma di U. Era invece una tortilla di mais con un ripieno piccante. Questo alimento quotidiano era sostanzioso, gustoso e poco costoso.

Il fondatore di Taco Bell, Glen Bell, scoprì che i messicani non usavano il nome taco per descrivere il pasto Invece, i messicani utilizzavano una varietà di termini per descrivere i tacos, che variavano in base al luogo e alla cultura.

La parola taco è stato usato dai messicani per descrivere il piatto agli americani. Questo è simile a come l'azienda di fast food coreana Bon Chon si riferisce al loro involtini as potstickers nel loro menu principale, ma i coreani si riferiscono al piatto come Mandu. (Fonte: Taco Ritorto)

Quando è arrivato il Taco negli Stati Uniti? 

Nel 1905, il taco fu presentato per la prima volta negli Stati Uniti. I migranti messicani iniziarono ad arrivare negli Stati Uniti per lavorare nelle ferrovie e altri lavori, portando la loro deliziosa cucina.

I tacos all'epoca erano principalmente cibo di strada a causa della loro portabilità e del basso costo. Sono stati presentati per la prima volta agli americani da donne conosciute come regine del peperoncino che gestiva carrelli di cibo messicani a Los Angeles.

Queste signore vendevano cibo messicano poco costoso come tortilla tacos di mais morbido, che qualsiasi americano che ne assaggiava uno pensava fosse insolito. I ripieni erano estremamente caldi ed estranei alle papille gustative americane. (Fonte: Taco Ritorto)

I tacos sono di origine completamente messicana? 

Nel 1920, il cibo portato dagli immigrati messicani aveva iniziato a mescolarsi con i componenti americani.

Manzo e pollo macinati sono stati usati al posto degli organi per rendere il piatto più appetibile. I ripieni tradizionali erano formaggio cheddar, lattuga fresca e pomodoro. Per gli americani il cui cibo tradizionale enfatizzava i sapori più delicati, questo divenne noto come il taco definitivo.

In altre parole, il taco si stava evolvendo in un ibrido messicano-americano. Le cose sono diventate ancora più intriganti quando Taco Bell è diventato mainstream, inaugurando un nuovo tipo di Messicano cibo che non era nemmeno veramente autentico. (Fonte: Taco Ritorto)

Lascia un tuo commento